Il Castello di Santa Margerita Ligure

Il Castello di Santa Margerita Ligure, detto anche Castello cinquecentesco, è stato un edificio difensivo ed è parte integrante del percorso dei Castelli del Tigullio.

L’edificazione del castello risale al 1550 per volere del Senato della Repubblica di Genova che stabilì di costruire un maniero per tutelare il territorio dalle frequenti e sanguinose scorribande dei pirati saraceni.
Situato ai piedi della collina sulla quale si trova la celebre Villa Durazzo, è stato costruito in pochi meesi su un progetto di Antonio de Càrabo, che nel 1551 realizzerà anche il Castello di Rapallo.

I lavori cominciarono nel 1550 per terminare nel settembre dello stesso anno.
Fino ai primi anni del XVII secolo il Castello fu soggetto a vari interventi sia alla struttura che all’incremento degli armamenti.
Dal Settecento, in concomitanza con la fine delle aggressioni dei pirati, vide un calo di interesse dal punto di vista militare e di conseguenza fu sottoposto solo a lavori di manutenzione.

Nel XIX secolo il castello per ben due volte ha rischiato di essere demolito: la prima per consentire la realizzazione di un nuovo palazzo comunale (proprio in questo secolo venne realizzata la municipalità svincolata da Rapallo), la seconda per ampliare la vicina Calata Vittorio Emanuele.

Restaurato infine dopo la Prima guerra mondiale, oggi è intitolato in memoria del sacrificio dei caduti della Grande guerra oltre ad essere sede saltuaria di mostre ed eventi culturali.

Indirizzo: Salita al Castello, 1, 16038 Santa Margherita Ligure GE
Telefono: 0185 293135

Potrebbe interessarti